Home città accessibili
Tutti i laboratori


Accessibilità al patrimonio culturale statale.

Attività,progetti e interventi della Direzione generale Musei del MiBACT


urbino.jpg
Urbino, Cultura senza ostacoli al Palazzo Ducale. Modello del
Palazzo in scala 1:100 per esplorazione tattile. Foto MiBACT

mib.jpg
Progetto "Tarquinia -Tomba della Pulcella". Percorso facilitato e
postazione multimediale nell'area archeologica. Foto MiBAC

Il superamento delle barriere architettoniche, cognitive e sensoriali ha rappresentato, negli ultimi anni, uno degli interventi di maggiore spessore messi a frutto dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, anche attraverso l’istituzione di una Commissione Ministeriale che nel 2008 ha pubblicato le “Linee guida per il superamento delle barriere architettoniche nei luoghi di interesse culturale”. La Direzione generale Musei prosegue in questo impegno volto a dare rilevanza ad attivi- tà, progetti e interventi relativi all’accessibilità dei luoghi della cultura statali, già avviati e sostenuti negli ultimi anni dalla ex Direzione Generale per la Valorizzazione del Patrimonio culturale. L’accessibi- lità fisica, sensoriale e culturale sono infatti requisiti imprescindibili per rendere pienamente fruibili i luoghi della cultura a tutti i visitatori del patrimonio italiano.
A.D. Arte. Un sistema informativo per la qualità della fruizione dei beni culturali da parte di perso- ne con esigenze specifiche.Nato per fornire informazioni certe e verificate sulle reali condizioni di accessibilità del patrimo- nio statale, il progetto ha previsto l’ideazione,la realizzazione e la diffusione informativa di un sistema di analisi e rilevazione delle caratteristiche architettoniche e dei servizi rivolti ai visitatori con esigenze specifiche nei siti culturali italiani. Le schede dei primi di cento luoghi della cultura, con informazioni in italiano e in inglese e planimetrie parlanti, sono state inserite nel portale istituzionale www.accessibilitamusei.beniculturali.it . Il portale è in fase di progressivo ampliamento.
Un ascensore per Michelangelo: curato dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici, Paesag- gistici, Storici, Artistici ed Etnoantropologici per le Province di Firenze, Pistoia e Prato, il progetto ha affrontato, attraverso il monitoraggio delle strutture, il tema del superamento delle barriere architetto- niche nel complesso monumentale delle Cappelle Medicee di Firenze mediante la progettazione e realizzazione di un ascensore e l’installazione di un trasloelevatore per il superamento dei dislivelli presenti nella struttura.
Percorso di accessibilità ampliata nell’area archeologica di Tarquinia: condotto dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale. Il progetto, scaturito da un puntuale studio di fatti- bilità, consente oggi a tutti di visitare la celebre Tomba della Pulcella, capolavoro del V sec. a.C. con i suoi pregevoli affreschi.
Percorso di accessibilità ampliata all’area archeologica del Foro Romano e Palatino: curato dalla Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma, il progetto ha consentito la realizzazione di una rampa di dolce pendenza all’area archeologi- ca del Palatino, permettendo di superare con facili- tà una ripida salita, originariamente raccordata da alti gradini, all’ingresso dell’area archeologica. Progetto Hendrick Andersen e Olivia Cushing. Tra utopia e realtà: curato dalla Soprintendenza alla Galleria Nazionale di Arte Moderna e Contem- poranea presso il Museo Andersen di Roma. Il progetto ha inteso valorizzare la vita e le opere dello scultore, pittore e urbanista americano di origine norvegese Hendrik Christian Andersen, con percorsi nel museo dedicati a pubblici con esigen- ze specifiche.
La memoria del bello: il progetto realizzato dalla Direzione generale Musei in partenariato con la Soprintendenza alla Galleria Nazionale di Arte Moderna e Contemporanea di Roma, dedicato a persone con morbo di Alzheimer, è consistito in una serie di visite guidate predisposte per i pazienti e i loro accompagnatori (caregiver).
Ostia Antica città senza età. Ecopercorso alle domus dipinte: il progetto ha finanziato un itine- rario di visita in grado di garantire una fruizione paritaria dell’area a tutti i visitatori. L’itinerario, in buona parte percorso con golf-car, permette oggi la visita della Regio III del sito archeologico anche ad un pubblico con precaria deambulazione. Cultura senza ostacoli: la consultazione pubblica online “Cultura senza ostacoli”, rivolta ai fruitori del patrimonio, ha inteso finanziare tre luoghi della cultura statali individuati tra le eccellenze italiane, per la realizzazione di un percorso di accessibilità fisica e/o sensoriale, al fine di consentirne la piena fruizione da parte di tutti i visitatori. È risultato vin- citore il Museo Archeologico Nazionale di Cagliari che ha presentato “Un Museo liquido” volto alla realizzazione di adeguamenti strutturali sulla base dei principi della progettazione per tutti, come pure di percorsi multimediali. Si sono classificati al secondo e terzo posto la Galleria Nazionale delle Marche di Urbino con il progetto “Cultura senza ostacoli al Palazzo Ducale di Urbino” ed il Parco del Castello Miramare di Trieste con il percorso “Il Parco del Castello di Miramare per tutti”.
Date
Dal 2009 al 2017 Stato di fatto Interventi realizzati. Investimento
Euro 2.139.095,95
Soggetto proponente
Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del
Turismo, Direzione Generale Musei, Servizio II - Gestione e valorizzazione dei Musei e dei luoghi della cultura.
Autore
Gabriella Cetorelli, Responsabile Progetti Speciali,
Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Direzione Generale Musei, Servizio II - Gestione e valorizzazione dei Musei e dei luoghi della cultura.

Info gabriella.cetorelli@beniculturali.it tel. 06 6723 4914
Scheda aggiornata: maggio 2017